Suggerimenti per la casa

La muffa sulle pareti scomparirà in 25 minuti. Provate un ottimo metodo utilizzando l’aceto

81views

La muffa sulle pareti non è solo antiestetica, ma anche potenzialmente pericolosa. Si trova più comunemente vicino ai soffitti, in basso vicino al pavimento, lungo i bordi dei pannelli o dietro i mobili. La muffa si presenta soprattutto ai proprietari di case e appartamenti con un alto tasso di umidità. Pertanto, si trova spesso in bagno, in cucina o in lavanderia.

L’umidità, la scarsa ventilazione e le alte temperature sono terreno fertile per le muffe. Le loro spore invisibili vengono trasportate dall’aria e si depositano sulle superfici in materiali organici come legno, gesso o carta. E crescono. Con il tempo, distruggono tutto perché usano il materiale come nutrimento. La muffa si diffonde in modo incredibilmente rapido perché è un organismo asessuato. Ciò significa che un singolo poro può riprodurre trilioni di spore di muffa nel giro di pochi giorni.

L’aceto o la candeggina possono aiutare

Se decidete di rimuoverli da soli, non dimenticate di indossare indumenti protettivi. Nei casi più lievi, si può essere esposti a sintomi che ricordano le allergie stagionali. Questi includono tosse, eruzioni cutanee e prurito agli occhi. È quindi necessario indossare indumenti che coprano tutto il corpo, stivali impermeabili, guanti e preferibilmente occhiali protettivi.

Se non si vogliono usare prodotti chimici acquistati in negozio, nella maggior parte dei casi è possibile rimuovere la muffa con aceto o candeggina. Nel caso di la candeggina va diluita 1:3 con acqua in un flacone spray. e immergere accuratamente le aree ammuffite con questo liquido. Lasciate agire per qualche minuto e poi rimuovete la muffa con delicati movimenti circolari con una spugna. Non spazzolatele mai a secco, potreste spargere le loro spore in giro. Purtroppo, però, la candeggina spesso rimuove solo le macchie superficiali, non penetra in profondità e la muffa può ricomparire nel tempo.

L’uso dell’aceto sembra essere più efficace. E forse anche più facile, perché si può versare sulla zona interessata senza diluire direttamente dalla bottiglia. In entrambi i casi, lasciate che le macchie bagnate si asciughino correttamente. Può essere necessario tutto il giorno. Se anche dopo l’asciugatura si notano resti di macchie di muffa, ripetere l’intero processo. Quando la muffa è stata completamente rimossa, dipingere nuovamente la parete. La semplice spennellata di vernice sulla muffa esistente non la distruggerà.

Prevenzione della muffa

Difendete la vostra casa dalla muffa in primo luogo ventilazione frequente. Verificare anche la presenza di eventuali perdite nelle tubazioni. Non lasciate gli asciugamani bagnati sul pavimento, ma stendeteli in modo che abbiano la possibilità di asciugarsi. Se possibile, fate la doccia con la porta aperta per evitare che il vapore si accumuli e si condensi. Non mettete i mobili contro il muro in modo che possano respirare.

L’umidità ideale in casa dovrebbe essere compresa tra il 30 e il 60%.. Più è alta, più aumenta il rischio di muffa. Proteggete le pareti con vernici resistenti alla muffa. La prevenzione è l’unico modo per eliminare definitivamente la muffa.

Foto: Shutterstock

Leave a Response

Maja
Mi chiamo Maja e voglio condividere con voi la mia esperienza e le mie conoscenze su utili consigli per la casa e trucchi per la vita quotidiana. Fin dall'infanzia sono stata affascinata dai vari modi di semplificare le attività quotidiane e ho costantemente sperimentato modi per ottimizzare le faccende domestiche. Lavorando in diversi ambiti della vita, ho affrontato molti problemi quotidiani, ho trovato soluzioni efficaci e ho reso la mia vita più semplice e comoda.