Suggerimenti per la casa

Il nutrizionista spiega perché non è bene avere il pane nel cassetto, ma piuttosto qui

108views

Mettete il pane in un cestino o lo chiudete nella credenza della cucina? Potrebbe valere la pena di cambiare questa abitudine? Scoprite cosa ne pensa la nutrizionista clinica Ewa Wantuch.

Ewa Wantuch è una nutrizionista clinica specializzata in diete a base vegetale e in diete per malattie ormono-dipendenti. Sui social media condivide le sue idee su un’alimentazione sana ad ampio spettro. In un post pubblicato su Instagram, ha spiegato perché il pane dovrebbe prendere il posto del pane nel frigorifero.

Conservare il pane in frigorifero. I consigli di una nutrizionista

Per alcuni la conservazione del pane in frigorifero è la norma, mentre altri sono sorpresi e citano il cestino del pane o la credenza della cucina come il posto migliore per il pane. Si scopre che entrambi hanno ragione. Per preservare la freschezza del prodotto, il cestino del pane o l’armadietto della cucina sono la scelta migliore, poiché il pane conservato in frigorifero si rapprende più rapidamente e perde il suo sapore. Tuttavia, il frigorifero può aumentare il valore dietetico del prodotto.

Come spiega la nutrizionista clinica Ewa Wantuch in un video condiviso su Instagram, conservare il pane in frigorifero per una notte (così come altri carboidrati come pasta, riso, patate, pancake) riduce l’indice glicemico del prodotto del 30%. Questo processo crea un amido resistente nel prodotto.

Che cos’è l’amido resistente e come influisce sull’organismo?

Le patate, il riso o il pane sono fonti ricche di carboidrati, che sono presenti in essi sotto forma di amido. L’amido, a sua volta, viene digerito e convertito in zuccheri semplici, in particolare in glucosio. Questo processo determina un aumento della concentrazione di zuccheri nel sangue. Il fenomeno dell’aumento dei livelli di glucosio nel sangue dopo un pasto è naturale, ma una quantità eccessiva di prodotti nella nostra dieta che causano un aumento significativo della concentrazione di glucosio nel sangue può avere un impatto negativo sulla nostra salute.

Come sottolinea la nutrizionista clinica Ewa Wantuch, nel pane, nel riso o nelle patate refrigerate, l’amido subisce un processo di conversione nel cosiddetto amido resistente. Si tratta di una forma di amido resistente agli enzimi digestivi presenti nell’apparato digerente umano. Se non viene digerito, significa che non produce glucosio puro e quindi non aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, l’amido ha altre proprietà.

Leave a Response

Maja
Mi chiamo Maja e voglio condividere con voi la mia esperienza e le mie conoscenze su utili consigli per la casa e trucchi per la vita quotidiana. Fin dall'infanzia sono stata affascinata dai vari modi di semplificare le attività quotidiane e ho costantemente sperimentato modi per ottimizzare le faccende domestiche. Lavorando in diversi ambiti della vita, ho affrontato molti problemi quotidiani, ho trovato soluzioni efficaci e ho reso la mia vita più semplice e comoda.