Suggerimenti per la casa

Il forno si pulisce da solo. Non si deve alzare un dito, si fa in un attimo. I cechi sono entusiasti, è un successo su internet

134views

Se non pulite correttamente il vostro forno da più di tre mesi, gli esperti dicono che non è una buona cosa. Per far sì che il vostro forno cuocia e funzioni al meglio il più a lungo possibile, ha bisogno di una pulizia profonda ogni trimestre. Ma non preoccupatevi, non dovrete passare tutto il fine settimana a strofinarlo. Bastano bicarbonato di sodio, aceto e qualche trucco.

Cosa preparare?

  • Bicarbonato di sodio (il bicarbonato di sodio è nato per pulire il forno. La sua efficacia è incredibile, ed è anche molto sicuro, sia per la nostra pelle che per gli alimenti che andranno presto in forno).
  • acqua
  • guanti di gomma
  • aceto bianco
  • atomizzatore
  • straccio

Pulire il forno passo dopo passo

L’intero processo richiederà 13-14 ore, ma non preoccupatevi, sarete coinvolti solo per un po’ di tempo, tuttavia è necessario pianificare un po’ la pulizia, il forno resterà fuori per mezza giornata. O tutta la notte.

  1. Togliete le rastrelliere dal forno e stendetele su un asciugamano o un giornale.
  2. Preparate una pasta di bicarbonato di sodio. Mescolate il bicarbonato di sodio con l’acqua in un rapporto 1:1, preferibilmente mezza tazza e mezza tazza, raddoppiando la dose se necessario.
  3. Applicare la pasta di bicarbonato di sodio su tutto l’interno del forno, tranne che sugli elementi riscaldanti, preferendo usare guanti di gomma. Applicare più pasta sulle aree molto sporche.
  4. Ora siete liberi. Lasciare agire la pasta per 12 ore.
  5. Immergere le griglie per 2 ore in acqua calda, preferibilmente in un asciugamano da bagno. Quindi strofinatele accuratamente.
  6. Dopo 12 ore di bicarbonato, pulire tutto il forno. Se alcuni segni di bruciatura sono ancora presenti, usare una spatola di legno per bruciarli. Non usate assolutamente una frusta a filo.
  7. Versate l’aceto bianco in una bottiglia spray e spruzzatelo su tutto l’interno del forno.
  8. Applicate la pasta di bicarbonato di sodio anche sul vetro del forno, lasciatela agire per mezz’ora e poi strofinatela.
  9. Infine, pulite l’intero forno, sia all’interno che all’esterno, con un panno, sempre spruzzato di aceto bianco.

Perché pulire il forno?

Per l’estetica e l’odore, naturalmente, ma anche per la salute. Un forno sporco non solo peggiora il sapore dei cibi, ma può anche compromettere la qualità e la salubrità degli alimenti che vi si cucinano. Inoltre, un forno non pulito ci abbandonerà prima. E nessuno lo vuole.

Ogni quanto tempo pulire il forno?

È fastidioso, ma pulitelo con un panno umido dopo ogni utilizzo (e raffreddamento), sia all’esterno che all’interno. In questo modo si evita praticamente qualsiasi accumulo indesiderato di sporco. Se siete solo “fortunati”, una volta al mese passate un panno un po’ più ruvido, con uno straccio o una spugna non abrasiva e acqua di sorgente.

E la funzione di autopulizia?

Gli esperti concordano sul fatto che l’uso della funzione di autopulizia è sicuro e appropriato per gli elettrodomestici in buone condizioni di funzionamento, quindi è necessario considerare come si comporta il proprio forno. Inoltre, bisogna considerare che durante questo processo, che dura dalle tre alle sei ore, si sprigionano odori e fumi nocivi, quindi è molto importante ventilare accuratamente ed è meglio non stare vicino al forno. Assicuratevi di leggere le istruzioni del vostro forno prima di fare il grande passo.

Foto: Shutterstock, fonte: architecturaldigest.com

Leave a Response

Maja
Mi chiamo Maja e voglio condividere con voi la mia esperienza e le mie conoscenze su utili consigli per la casa e trucchi per la vita quotidiana. Fin dall'infanzia sono stata affascinata dai vari modi di semplificare le attività quotidiane e ho costantemente sperimentato modi per ottimizzare le faccende domestiche. Lavorando in diversi ambiti della vita, ho affrontato molti problemi quotidiani, ho trovato soluzioni efficaci e ho reso la mia vita più semplice e comoda.